Telefonia: Nokia fonde le reti con Siemens

 (letto 556 volte)
Benvenuto, ospite,
puoi consultare il forum ma non puoi scrivere.
Per intervenire nel forum effettua il login oppure registrati.
Rispondi   Aggiungi sondaggio
Vai ai messaggi non letti
Inviato il 19 Giugno 2006, 16:19:10

Bimbotech

**********
Messaggi: 16

Nokia e Siemens hanno raggiunto un accordo per la fusione delle rispettive divisioni di reti per telecomunicazioni. L'operazione porterà alla creazione di una società controllata pariteticamente (la Nokia Siemens Networks) che potrà contare su vendite annuali per 15,8 miliardi di euro e portare così l'attacco alla numero uno mondiale del settore, la svedese Ericsson.

LA FUSIONE - L'operazione, con la quale vengono così confermati alcune indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, consentirà alla nuova società di ottenere risparmi pari a circa 1,5 miliardi di euro entro il 2010, anche attraverso il taglio di un massimo di 9mila posti di lavoro dei 60mila totali. A guidarla come amministratore delegato sarà chiamato l'attuale numero uno di Nokia Networks Simon Beresford-Wylie. La fusione dovrebbe essere completata entro il primo gennaio 2007. Stando a calcoli effettuati dal Credit Suisse la quota di mercato delle reti per telecomunicazioni (che ammonta a 65 miliardi di dollari) su cui potrà contare la Nokia Siemens Networks sarà pari al 21% circa, mentre Ericsson controlla attualmente il 26%.
LE DICHIARAZIONI - L'amministratore delegato del gruppo Siemens, Klaus Kleinfeld, e il numero uno operativo della Nokia, Olli-Pekka Kallasvuo, alla conferenza stampa tenutasi oggi a Francoforte sulla fusione delle rispettive reti in una Joint-venture paritetica hanno ribadito la validità dell' operazione da cui nascerà un' impresa globale, numero tre al mondo nel settore della telefonia. Kleinfeld ha dichiarato: «La situazione globale rappresenta una sfida, ma anche una chance e noi abbiamo approfittato dell' opportunità per creare un' impresa con grandi prospettive di crescita». Per il gruppo Siemens il deal rappresenta una vantaggiosa soluzione per risolvere la crisi della propria divisione Com: nella nuova impresa saranno infatti trasferite gran parte delle reti sia per la telefonia mobile che terrestre della divisione Com. Kallasvuo ha invece sottolineato la necessità del consolidamento nel settore: «La nuova impresa - ha detto il manager finlandese - avrà la possibilità di affrontare nel modo migliore le sfide della competizione globale». La fusione delle reti comporterà anche una notevole soppressione dei posti di lavoro: come ha confermato Klaus Kleinfeld a margine della conferenza, dovrebbe essere tagliata dal 10 al 15% della forza lavoro.

Fonte: www.corriere.it

Rispondi   Aggiungi sondaggio
Vai a:

© 2006-2019 Trilud S.p.A. - P.I: 13059540156 - Tecnozoom, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata al Tribunale di Milano n. 314/08

rss