Recupero dati da notebook Asus con Windows XP in panne con Ubuntu

 (letto 2210 volte)
Benvenuto, ospite,
puoi consultare il forum ma non puoi scrivere.
Per intervenire nel forum effettua il login oppure registrati.
Rispondi   Aggiungi sondaggio
Vai ai messaggi non letti
Inviato il 21 Luglio 2010, 17:43:52

Bimbotech

**********
Messaggi: 3

Ciao ragazzi. Ho avuto ultimamente un problema con un notebook Asus X58LE acquistato circa 2-3 anni fa con i seguenti requisiti: sistema operativo Windows XP Professional (nonostante ci sia l'etichetta con su scritto "Vista BIZ." e i dvd in appositi in dotazione), CPU Pentium T3400, 250 GB di hard disk (in una sola ripartizione C), 2 GB di memoria, inoltre il disco fisso è fatto di una sola ripartizione. La garanzia era di 2 anni e mi sa che è già oltre...

È stato riempito letteralmente di cose inutili e programmi di discutibile utilità e da fonti indubbie (crackati ecc...) che hanno provocato conflitti e si è arrivato anche a fare ripristini di configurazione più volte al giorno (che durava anche più di tre ore nonostante la potenza della macchina) dato che nonostante la potenza andava veloce quanto un 486, poi non si connetteva a internet in alcun modo, non si riusciva ad usare i programmi ecc... né ad accedere alle modalità provvisorie con F8...

Successiva manutenzione tempo dopo ad opera mia. Installazione in ogni computer della casa (il portatile in questione per ultimo poiché ho voluto prima provare sugli altri per non rovinarlo) di un programma di manutenzione scaricato dal sito ufficiale del prodotto: TuneUp Utilities. L'ho usato in entrambi i computer (sono desktop di con più di 7 anni ciascuno, entrambi Pentium 4 con Windows XP Home,  60 GB di disco fisso e 500 MB di RAM in quello messo meglio, e 32 GB di disco fisso e 250 MB di RAM per quello che uso solo io) per fare un po' di pulizia. Ho notato in entrambi notevoli miglioramenti. Mi ha sistemato il registro, tolto diversi GB di spazio e ora i due pc vanno bene.

Così decisi di installarlo anche nel notebook, sperando che ci fossero un po' di miglioramenti.
Lo installo circa una settimana fa, e faccio diverse scansioni usando con cautela i vari tool presente, e noto dei piccoli miglioramenti di prestazioni nonostante non vada ancora bene come un tempo... Questo programma ha, fra le tante opzioni, anche la possibilità di annullare del tutto le modifiche apportate, sia al registro che nei files vari (normali e di sistema), e inoltre si potrebbe anche valutare la possibilità che col ripristino di configurazione del sistema si avrebbe lo stesso risultato seppure con risultati più "drastici".
Le varie manutenzioni mi sono costate diversi riavvii. Ho fatto aggiustatine (preimpostate e consigliate dal programma, non variate da me perché se non sono sicuro una cosa non la faccio) riguardanti il registro di sistema, pulizia dei files temporanei o inutili, deframmentazioni varie ecc... E in tutti questi riavvii ha sempre funzionato bene.

Il giorno successivo il computer si accende e dopo la consueta schermata dell'Asus/Intel con tanto di suono, nella schermata nera con scritte grigio chiaro che si presenta successivamente c'è scritto che a causa di una modificazione software ed hardware, Windows non poteva avviarsi normalmente, e quindi bisognava prendere delle scelte: modalità provvisoria normale, con rete, con prompt dei comandi, ultima configurazione di Windows sicuramente funzionante e riavvio normale di Windows. In qualsiasi opzione, il sistema faceva sempre la stessa cosa: faceva come per accendersi e arrivava in una schermata blu con scritte bianche che durava una frazione di secondo. Purtroppo non riesco a riportarla, però tra le scritte c'era "Si è verificato un problema a Windows è stato arrestato per impedire[...] computer." in un bel po' di righe, e infine si riavviava ritornando alla schermata di prima.

Allora ci provo a mettere le mani e constato questa cosa... Provo a fare altro, premo F4 all'avvio e mi dà una schermata nuova detta "AsusTek Bios ROM Easy Flash Utility" blu con lettere bianche e alcune gialle dove posso ritoccare alcuni parametri.
Poi stessa cosa con F2 e mi viene prima una schermata con il logo di American Megatrends (denominata "BIOS SETUP UTILITY"), in cui anche qui è possibile ritoccare alcuni parametri.
Non legge CD/DVD rom però mi visualizza il contenuto di una chiavetta USB.

Come lo riavviavo, a meno che non prema questi due tasti mi viene una schermata tutta nera e l'unica cosa che posso fare è spegnere il computer con il tasto per accenderlo.

Qualche giorno fa ho scaricato la versione "ubuntu-10.04-desktop-i386.iso" di Ubuntu e sono riuscito ad installarla nella chiavetta da 1 GB (occupa circa 700 MB), il programma che ho usato è stato "UNetbootin Windows" (ho provato poi a prendere l'intero contenuto della chiavetta e trasferirlo sull'HD del fisso e l'operazione inversa: si può fare senza problemi).
Poi Ho acceso il notebook con F2 e ho cambiato i parametri di priorità delle fonti dal BIOS.
Dopodiché ho inserito la chiavetta e con ESC ho fatto partire il portatile da tale unità USB.
Ho provato varie volte con varie soluzioni sulle schermate di DOS, sia a continuare che a chiedere l'Help.
Alla fine dopo aver aspettato un po' sono arrivato a un'altra schermata di DOS in cui dopo aver aspettato un po' e premuto tasti a casaccio nella parte destra della tastiera mi è venuta unas schermata viola dal caricamento infinito (ho aspettato più di mezz'ora) con su il logo di Ubuntu. La particolarità è che premendo uno dei tasti di prima si ritornava nella schermata DOS, ma ripremendolo c'era di nuovo la schermata viola di Ubuntu. Da lì buio assoluto...

Dato che ritengo importante: smanettando un po' nella schermata attivabile con F4 sono riuscito a trovare la cartella Documenti e a vedere nomi di documenti e cartelle, e mi pare ci siano tutti.

Il giorno dopo sono riuscito ad accedere al notebook con Ubuntu.
Il programma che avevo usato precedentemente per farlo partire dalla chiavetta probabilmente non era buono. Ho scaricato al link "http://www.pendrivelinux.com/downloads/Universal-USB-Installer/Universal-USB-Installer.exe" Universal USB Installer e ora sono riuscito a farlo partire (ho aspettato poco meno di un'ora e - almeno per ora - non ho installato, ma è sulla chiavetta).

Quando tento di accedere al "240 GB Filesystem" mi viene una schermata con un simbolo uguale al cartello stradale di divieto d'accesso.
In grassetto c'è scritto "Unable to mount 240 GB Filesystem" e sotto più in piccolo c'è scritto:
"Error mounting: mount exited with exit code 13:
ntfs_attr_pread_i: ntfs_pread failed: Input/output error
Failed to read NTFS $Bitmap: Input/output error
NTFS is either inconsistent, or there is a hardware fault, or it's a
SoftRAID/FakeRAID hardware. In the first case run chkdsk /f on
Windows
then reboot into Windows twice. The usage of the /f parameter is very
important! if the device is a SoftRAID/FakeRAID then first
activate it and mount a different device under the /dev/mapper/
directory, (e.g.
/dev/mapper/nvidia_eahaabcc1). Please see the 'dmraid'
documentation
for more details."

Ultima operazione eseguita ieri dopo essere riuscito a fare andare Ubuntu sul portatile grazie alla chiavetta. Ci mette circa un'ora a partire, quindi forse pensavo che era utile installare una versione temporanea di Ubuntu sul computer (ma non so come si fa né che versione usare).

Dopo aver smanettato un po' ho visto che di 250 GB di HD, 10 sono stati presi per Ubuntu (senza che io abbia creato ripartizioni), con sistema FAT32 se non ricordo male, e gli altri 240 invece con sistema NTFS. A quanto pare, il file system pare sia danneggiato. Così cercando in rete ho trovato questo: ntfs danneggiato-recuperabile (http://it-comp.confusenet.com/showthread.php?t=1230933&)?
Mi è saltata all'occhio una cosa. Forse i nomi dei dischi (C, D ecc...) non corrispondono, perché per esempio alla C (o alla D, adesso non ricordo) con il comando DIR venivano fuori i files della chiavetta... E in un altro del CD di Windows XP Home.

Ho fatto partire dal disco premendo ESC (c'è da dire che non è il disco di XP suo ma di un altro computer in versione Home, quello del notebook era Professional) e facendo R e poi un "chkdsk" e un "chkdsk /r" sull'unità C e D mi veniva che c'erano dei file irreversibilmente danneggiati. Nel volume C quando faccio il chkdsk /r mi viene che "Il volume contiene uno o più errori irreversibili.".


Mi hanno consigliato:

- lo scandisk (quello che in Windows XP si fa con Start --> Esegui --> chkdsk e Invio mi pare) (cosa fatta)
- di utilizzare una distribuzione Linux Live (per esempio Knoppix, Ubuntu, ecc...) per copiare i dati su un hard disk esterno o su un altro dispositivo (fatto però senza essere riuscito ad accedere al contenuto dell'hard disk per poter fare il backup dei dati)
- un backup "Bit-a-bit", con il tool DD (ma non so cosa sia né l'uno, né l'altro)
- di togliere l'hard disk dal notebook e montarlo sul desktop per recuperare i dati
- di rivolgermi a dei tecnici facendomi prima fare un preventivo
- di formattare e reinstallare Windows

Dato che la versione di cui usufruisco adesso di Ubuntu si USB ci mette quasi un'ora a partire, pensavo di installarlo in via temporanea sull'hard disk del portatile, però ho delle perplessità.
Non mi formatterà tutto? Perché questa nuova ripartizione dal nulla è proprio autonoma (il disco fisso aveva una sola ripartizione da 250 GB e non riesco a capire come mai possa essersi formata).

È possibile accedere ai dati da Linux e a fare un backup per voi (magari senza spendere tante centinaia di euro in centri specializzati)? Sono un po' preoccupato perché avevo anche documenti di una certa importanza in quel computer...

Grazie dell'attenzione.


Friedrich

« Ultima modifica: 21 Luglio 2010, 17:51:25 modificato da Friedrich »
Inviato il 21 Luglio 2010, 20:43:08

Smanettone

**********
Messaggi: 330

Ciao,

una buona soluzione pratica che ti hanno consigliato è quella di togliere l'hard disk dal notebook e montarlo sul desktop per recuperare i dati.Molto semplice nel tuo caso in quanto sei dotato di ben due pc fissi.

Se non ti piace come soluzione potresti montare su linux la partizione windows in questo modo:


Accedi al path /etc/lilo.conf troverai una cosa del tipo :

#If you have another OS on this machine to boot, you can uncomment the
# following lines, changing the device name on the `other' line to
# where your other OS' partition is.
#
# other=/dev/hda4
#       label=HURD
#       restricted
#       alias=3
other=/dev/hda1
  label="Windows(hda1)"

Come root (l'amministratore in linux) esegui il seguente comando:

mkdir /windows

Creerai una directory chiamata windows, a questo punto vai nel file /etc/fstab/ e aggiungi la riga sottolineata:

# <file system> <mount point>  <type>  <options>                   <dump> <pass>
/dev/hda5       /               ext2   defaults,errors=remount-ro   0    1
/dev/hda1       /windows        ntfs   defaults,ro                  0    0

Abbiamo creato la partizione,come puoi notare /dev/hda1 è il valore trovato nella chiave "other" di lilo.conf.

A questo punto montiamo la partizione con il comando:

 mount /windows

Con il comando ls /windows dovresti vedere il contenuto del disco e potrai procedere al bacjup.

Fammi sapere

Ciao










-------------------------
I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. Insieme sono una potenza che supera le immaginazioni.
Albert Einstein
Inviato il 21 Luglio 2010, 20:43:08
Sponsor
Inviato il 17 Agosto 2010, 17:54:30

Bimbotech

**********
Messaggi: 3

Scritto da Camerlengo il 21 Luglio 2010, 20:43:08
Ciao,

una buona soluzione pratica che ti hanno consigliato è quella di togliere l'hard disk dal notebook e montarlo sul desktop per recuperare i dati.Molto semplice nel tuo caso in quanto sei dotato di ben due pc fissi.

Se non ti piace come soluzione potresti montare su linux la partizione windows in questo modo:


Accedi al path /etc/lilo.conf troverai una cosa del tipo :

#If you have another OS on this machine to boot, you can uncomment the
# following lines, changing the device name on the `other' line to
# where your other OS' partition is.
#
# other=/dev/hda4
#       label=HURD
#       restricted
#       alias=3
other=/dev/hda1
  label="Windows(hda1)"

Come root (l'amministratore in linux) esegui il seguente comando:

mkdir /windows

Creerai una directory chiamata windows, a questo punto vai nel file /etc/fstab/ e aggiungi la riga sottolineata:

# <file system> <mount point>  <type>  <options>                   <dump> <pass>
/dev/hda5       /               ext2   defaults,errors=remount-ro   0    1
/dev/hda1       /windows        ntfs   defaults,ro                  0    0

Abbiamo creato la partizione,come puoi notare /dev/hda1 è il valore trovato nella chiave "other" di lilo.conf.

A questo punto montiamo la partizione con il comando:

 mount /windows

Con il comando ls /windows dovresti vedere il contenuto del disco e potrai procedere al bacjup.

Fammi sapere

Ciao










Ciao Camerlengo.
Aggiorno questo topic in modo che possa essere d'aiuto a qualcuno.
In molti, mi avevano consigliato di rivolgermi a una ditta di recupero o di smontare l'HD del portatile per poi farlo leggere da un fisso tramite un case e fare un backup. Infine formattare, rinstallare il sistema operativo e rimettere dentro il tutto.

Sono riuscito ad accedere ai dati con un altro sistema.
Premetto che ho provato di tutto anche dopo il tuo topic (la cosa purtroppo non aveva funzionato), affidandomi anche a una persona che usa Ubuntu e conosce bene Linux.
Rassegnato da questi metodi falliti, non mi rimaneva che cercare persona che potesse aiutarmi col backup dei dati, per sfizio ho voluto provare su chiavetta varie distro ufficiali di Ubuntu. Ho provato Kubuntu, ma poi sono ritornato alla versione originale.

Così ho provato anche la versione leggera, Xubuntu. Lo spulcio un pochettino, e devo dire che mi sono trovato benone anche con questo. Così tra i programmi ne vedo uno chiamato Gigolo.
Lo provo e... Magicamente riesco ad accedere all'intero contenuto del disco fisso di 250 GB!

Spero possa essere utile a qualcuno, per me è stato un miracolo.

Ultima cosa... Adesso sono alle prese con un problema con un altro computer che ha un urgente rogna con Windows. Se mi tornasse a posto, copiassi la cartella "Windows" su un disco fisso esterno e la copiassi nel C: del portatile cambiando nome a quella precedente (non so "Windows ROVINATO"), dite che potrebbe ripartire anche senza formattazione il computer? Perché attualmente lo posso solo usare con la chiavetta e le distro di Linux.

Grazie a tutti!

Inviato il 17 Agosto 2010, 17:54:30
Sponsor
Inviato il 23 Agosto 2010, 15:45:22

Smanettone

**********
Messaggi: 330

Ciao,

io dubito profondamente che il pc riparta con la semplice copia della cartella Windows.

Fare una prova non costa nulla  ma io credo che in fase di installazione windows applichi modifiche a registro di sistema e altro che non possano essere rirpistinate con un semplice copia e incolla.

Ciao.


-------------------------
I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. Insieme sono una potenza che supera le immaginazioni.
Albert Einstein
Rispondi   Aggiungi sondaggio
Vai a:

© 2006-2021 Trilud S.p.A. - P.I: 13059540156 - Tecnozoom, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata al Tribunale di Milano n. 314/08

rss